Mi è sempre rimasta in mente un’incoraggiante frase di Gesù, che ho incontrato nel Vangelo secondo Tommaso. Suona così:

“Quello che avete dentro vi salverà, se lo mettete in luce”.

Nel ‘400, le autorità della Chiesa rifiutarono i vangeli gnostici, dichiarandoli apocrifi, quindi quest’indicazione di Gesù rimase orfana, fuori legge, ‘outlaw’’.
Ma in questa nostra epoca di decreti conflittuali, di “cyber trashing”, di atavici desideri psicofisici, questo tempo in cui sentiamo il profondo bisogno di toccare, di essere toccati, ma con la paura delle conseguenze, adesso più che mai, questa frase mi risuona.

“Quello che avete dentro vi salverà, se lo mettete in luce.”

L’istituzione l’ha messa fuori legge. Ma a mio avviso questo suggerimento è cruciale, adesso che viviamo il collasso dell’ortodosso.
Ma che significa?
Per noi artisti, significa semplicemente praticare l’arte, l’arte sgombra dalle buone maniere e dalle regole di mercato. Significa dire quel che abbiamo da dire— né più né meno— se necessario inventando un nuovo vocabolario, visto che i vecchi vocabolari sono ormai stantii. Significa guardarci intorno, proporci agli altri che sentono questa stessa spinta, agli altri spiriti disposti a trascendere la legge, più che infrangerla, agli altri ‘outlaw’.

“Quello che avete dentro vi salverà, se lo mettete in luce.”

Nel caso della Luna nel Pozzo, significa che torniamo ai nostri amici diversamente abili, e ne incontriamo di nuovi. Significa che qui al sud, da sempre abbandonato a se stesso, ci mettiamo insieme, non per lottare, non per protestare, ma per qualcosa di molto più importante: per giocare— to play. Siamo protagonisti delle nostre proprie vite, ed oggi è arrivato il momento di celebrare più che mai quello che abbiamo dentro.
Qui alla Luna nel Pozzo, significa che stiamo cercando altre realtà locali di quella che chiamano ‘disabilità’ per festeggiare la diversità, come solo noi diversi sappiamo fare. Per mettere in luce ciò che siamo.

Aprendo con l’Apocrifa, non posso che chiudere con il Cowboy, un’altro Vangelo fuori legge.
Kris Kristofferson disse: “Freedom’s just another word for nothin’ left to lose. Nothin’ ain’t worth nothin’, but it’s free. “ (Libertà è solo un’altra parola per dire “non ho più niente da perdere. “Niente” non vale niente, ma è “free”).
Oggi mi sa che non abbiamo niente da perdere. Tiriamo fuori ciò che abbiamo dentro, e gustiamoci la Libertà.

Freedom!